Blog: http://Vecuvia.ilcannocchiale.it

Aria

Riprendo a scrivere...liberamente, senza condizioni.

Riprendo oggi, mentre termina questa due giorni familiare.
Mia nipote oggi mi sorrideva, da tre mesi è su questo pianeta e sorride con tutta l'innocenza possibile, beata. La guardo ricordandomi che bisogna andare avanti, nonostante chi non c'è più...e forse proprio per chi non c'è più. Una linea retta che sarà sempre tale, la storia.

Regalo pratico più gradito: una stampante multifunzione che a me sembra un gioiellino.
Regalo più gradito: cofanetto con libro e due dvd di Gaber. "Anni ottanta". Dovrò procurarmi anche gli anni settanta.

Due ore di telefonata con il mio migliore amico. Parlando da persone adulte, mature, consapevoli. Era da tanto che non parlavamo in questi termini, a cuore aperto e mente lucida, come gli ho poi scritto.
Io penso sempre che ovunque saremo, per quanti chilometri ci possano essere tra noi, lui ci sarà.
E io ci sarò.

Nel frattempo mi sono resa conto di aver male interpretato una situazione. Sentimenti confusi. Si sbaglia, a volte. E io non ho alcuna intenzione di farmi trascinare verso il fondo, ho solo bisogno di risalire. Eccome.

Voglio sostanza, non forma. Voglio aria, spazi aperti, vita infinita, viaggi. Voglio vivere ogni singolo istante, non aspettare un futuro. Vivo il presente, tutto e subito.

Pubblicato il 26/12/2008 alle 19.21 nella rubrica Me,myself and I.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web